lunedì, aprile 30, 2007

La scaletta di via Ripa Pasqualina

L'ente BAS ha pubblicato, qualche tempo fa, un buon opuscolo sulle scalette di Bergamo, sull'onda di interventi di manutenzione straordinaria (anch'essi pubblicizzati nel sito). Il Comune di Bergamo d'altro canto non ha più effettuato interventi di manutenzione sulle scalette che percorrono sparse tutto il territorio collinare della città da parecchio tempo (in molti casi da decenni). Abbiamo così dei percorsi che versano ormai in stato di profondo degrado, in alcuni casi abbandonati (per esempio per via Moratelli) specie nei mesi estivi quando i rovi avvolgono tutto.

La segnalazione odierna è per via Ripa Pasqualina:

da una parte vi è lo stato di degrado diffuso per il selciato e le alzate in pietra del percorso, dall'altra vi sono due "episodi" singolari di cattiva progettazione e scarsissima cura della storicità della scaletta, ovvero le due barriere anti-moto a monte e a valle della parte storica della via. A monte infatti, nel punto più stretto, è stata realizzata una barriera in cemento che ha inglobato due paletti in metallo pre-esistenti, barriera che per linguaggio architettonico stride con l'intorno e che soprattutto ha una scarsissimo accessibilità ovvero è quasi una barriera anche per i pedoni. A valle invece qualche buontempone a suo tempo adottò come paletti dei travetti in acciaio ad H annegati in un basamento in CA: col tempo la parte sottostante questa barriera ha iniziato a rovinarsi perdendo in coesione e scavandosi per effetto della cascata che si veniva a creare ad ogni pioggia abbondante. Il gradino di cemento infatti essendo molto più resistente della parte tradizionale ha creato un punto di discontinuità dell'intero manufatto storico del selciato dove poi è andata a lavorare l'azione cinetica dell'acqua. Oggi si può ammirare il gradino moderno che si eleva per più di 60 cm sopra una buca. Così si è perso sia il bene storico - architettonico della via in acciottolato che la fruibilità pedonale.


Si auspica che venga ripristinato il percorso con materiali e tecniche tradizionali, che vengano rimosse entrambe le barriere inutili se non dannose, sostituite nel caso dai paletti in ghisa già presenti in tutto il Comune, a sezione ottagonale, uniti da un’elegante, semplice ma efficace catenella. Data la sezione ridotta della via basterebbero due paletti e una catena a monte (dove iniziano i gradini però, non a metà percorso!) e tre paletti e due catene a valle.

Speriamo nel futuro.

giovedì, aprile 26, 2007

segnalazione dalla rete - contributo design grafico

http://www.onthecamper.com/compendium/circolare.html
un'idea molto intrigante per gli amici che si dilettano di grafica, illustrazione, etc etc.:
una pagina gratis a disposizione 10x14 cm...
perchè non partecipare?

martedì, aprile 24, 2007

nuovi orizzonti nella rete

ebbene si, mi è calata sulla spalla la scimmia dei blog e social network...


la causa è questo libro che consiglio ai miei amici tutti:

del buon Sergio Maistrello di cui sono già diventato un fan moderato. E' come se si aprisse un mondo infinito di possibilità e di esplorazioni, da affrontare con il cosiddetto spirito da serendipity (o serendipità) che non è quel film del 2001 di dubbia qualità...

Esplorate amici, e poi raccontatemi....

venerdì, aprile 20, 2007

Trasformazioni domestiche - Foglio Otto per Otto

mentre la primavera incalza, spaesato e confuso affronto (o subisco) le innumerevoli trasformazioni domestiche in attesa del grande evento: la nascita di mia figlia!!!!
Ecco dunque le principali trasformazioni secondo un agile "Foglio Otto per Otto":

1. CAMERA DA LETTO: nuovo armadio a muro per raccogliere i ns vestiti in trasloco dall'armadio principale in studio

2 STUDIO (prossima CAMERETTA):
2.1. inserimento cassetti e ripiani aggiuntivi nell'armadio (ante centrali)
2.2 posa decorazioni in gel sull'armadio
2.3 rimozione tavolo da disegno
2.4 posa della carta da parati e bordo decorato (h. circa 1,00 m.)
2.5 riposizionamento pedana con divano/letto e librerie
2.5 rimozione 5 cornici legno 15x18 cm.

manodopera: essenzialmente gratuita tranne i punti 1 e 2.4 (sob!)
costi materiali: sul mio/nostro conto (doppio sob!)

tempistica: entro giugno 2007.
Visto et approvato

giovedì, aprile 19, 2007

Larmando torna indietro

l'armando imbufalito, la sala del consiglio occupata, la riproduttrice di testo sacro rotta, l'incisore luminoso di testo sacro utilizzato dall'eretico [da Dekus, op. omnia]

l'abbiamo evocato tutta mattina, anche a pranzo ed infine eccolo: la macchina posteggiata in doppia fila, l'abbronzatura rapace, l'occhio teso a fessura per la situazione troppo allegra per i suoi gusti che trova in ufficio...

LARMANDO

presto accende il portatile e via con la stampa di un paio di copie in croato dell'enciclopedia britannica. ma la fotocopiatrice è rotta? E' finito il toner? E voi non l'avete comperato? oppure c'è e non l'avete voluto cambiare? Noi -ribelli nell'animo- sogghignamo, non rispondiamo e assistiamo la sua ira montare....