venerdì, ottobre 31, 2008

appunti grafici

la forma del diario, come previsto, è fallita.
rimangono i disegni però.

Oroscopo delle zucche

Scorpione - inizio da questo bellissimo segno per una ragione di preferenza non troppo casuale. Comunque sia: oggi termina ottobre, mese un pò sparagnino si sa, nobilitato sul finale dal fatto di essere coinvolto in questo settore astrale molto forte e dalla festa ormai inflazionata di Halloween. Chi nasce oggi sicuramente si cucca entrambe le influenze, particolari e ripetibili solo al 29 giugno (perchè? chiedetelo al mago Thorauallera). E' sensibile, intelligente, pugnace, bla bla bla le solite cose. Il futuro prossimo prossimo dice che il tempo umido e uggioso vi preferisce al caldo ovvero in sala con una bella rivista o in Spagna. Se già ci siete stati, in salotto, perchè non ritornarci?! In queste settimane vanno molto bene pure i viaggi per lo scorpione, l'importante è che poi alla fine del viaggio ci sia una bella cioccolata calda o un gazpacho come si deve! Avanti secondo passione insomma!

Acquario - ho saltato alcuni segni, lo so, è che lo scorpione si è preso parecchio spazio così devo stringere... lo spazio a disposizione è limitato. Dunque, questo segno dovrebbe gioire di questa stagione umida e invece no, sono le stranezze degli astri. Vi siete mai accorti che i Vergine non lo sono poi così tanto? E i gemelli a volte sono persone sole? Chissà, forse hanno tradotto male i nomi in passato. Il mese in arrivo regalerà finalmente un pò di serenità domestica, e non è poco. Si raccoglie ciò che si aveva seminato, ma non andate stasera nei campi di zucca!

Ariete - proseguiamo a grandi passi, che il tempo stringe e tra poco è natale. Avete pulito casa per le feste? lo so, lo fate ogni fine settimana. Ma adesso bisogna insistere di più. Lavori domestici in prima linea. Il resto sono pinzillacchere.

Gemelli - gira sfera e le sfere girano! Manca la musichina allegra e avete smagliato le calze viola. Stasera non va come dovrebbe ma da lunedì 3 novembre le cose riprenderanno la giusta piega. Prima di tutto ritornate bambini.

Vergine - Siete ancora offesi per quella cena non ricambiata? Al lavoro vi stressano ancora? Eh, cari Vergine...prima di tutto avete Saturno contro, poi un regista busone che vi pensa spesso e vi fa fischiare le orecchie e alle feste manca ancora una cifra di giorni. Meglio distrarsi con la tecnologia spicciola, con la quale andate molto d'accordo. Tipo il telecomando del cancello.

Bilancia - Allora: il recupero c'è stato, le feste di compleanno anche, i viaggi pure...che volete ancora?ora è novembre, mese dei potentissimi scorpione ai quali siete legati da profonda amicizia. Stategli vicino che portano bene. Evitate però di dare pacche a chi tiene la gobba o a chi tiene la testa lucida, l'eccesso di fortuna potrebbe essere difficilmente gestibile. Rischio ciucche.

venerdì, ottobre 24, 2008

Cartografia fantastica: Bonat Island


C'è un'isola nell'Isola Bergamasca: Bonate (Sopra e Sotto). Ecco qui la mappa storica di Bonat Island così come è riportata dalla precisa cartografia britannica. Da annotare la presenza di ben tre fari, uno posto sullo spigolo della Maffeis Mansion (angolo SE dell'isola). la piccola M sta ad indicare un monumento di cui riporterò presto un'immagine. In corrispondenza con la fine della pista aerea, direzione NO vi sono altre due peculiarità dell'isola: il red point che divide gli ambiti territoriali di Bonat Sura a nord da quelli di Bonat Sota a sud e, di fronte a questo cippo, l'unica edicola e tabaccheria a pianta circolare dell'isola.

Le case delle anime indipendenti sono 3 ovvero di Tom, Paul e Maya (in realtà sono la traduzione di Thomas, Paulì e Maya truiuna). Infine da notare l'edificio Barbisù, locanda storica dell'isola nonchè aviorimessa.

diario grafico

allegoria

back to september


faceva ancora un bel calduccio e Elisabetta giocava con il gatto Pepe

diario grafico - aggiornamenti

E' passata un'altra settimana di lavoro e facezie.
Devo recuperare qualche pagina: come previsto ho già perso il ritmo quotidiano.
Pazienza, l'importante è che il taccuino sia stato aggredito poi si vedrà.

sabato scorso era una giornata bigia. Abbiamo preso il passeggino e sfidato i viottoli sassosi della collina di Mozzo. Elisabetta aveva un bel maglioncino peruviano fucsia sgargiante, regalo della nonna. Poi mentre dormiva siamo riusciti a prenderle la forma della mano.

Al suo risveglio ha voluto autografare il suo calco e lasciare il suo solito segno. Forse non era tanto contenta del ritratto (come darle torto)! E' uscita un pò più ciccia e sembra una badante russa con i capelli biondi!

venerdì, ottobre 17, 2008

diario grafico - Rumiz


Sul sito di Repubblica, altrimenti paragonabile ad una rivista di gossip da parrucchiere, c'è per fortuna anche un link ad una bellissima intervista a Paolo Rumiz. Un giornalista e viaggiatore, disegnatore e sognatore, di cui amo sempre leggere i suoi racconti di viaggio.

la febbre dei moleskine

[NdR: pezzo epurato secondo controllo parentale]
Una cosa che mi da fastidio è che chiunque oggi si compera la moleskine.
Perchè si porta, fa figo o chissà perchè.
[...]
Io invece con religioso rispetto ne compero un bel pò e poi le accumulo sulla mensolina.
[...]
Non accumulo solo moleskine, basta che siano taccuini piccoletti e figososi ed io cedo alla tentazione; tipo il quadernetto spesso di Muji: ci sono voluti 3 anni prima che lo aprissi e ci segnassi dentro qualcosa. Adesso, facendomi violenza, cercherò di consumare una parte della collezione.
Anche per questo è nato il diario grafico.
PS: una scatola di taccuini con disegni e appunti vari giaceva in solaio. Ora è stata ritrovata ed è partito il progetto di scansionare tutto il possibile. Ce la farò? Finirò prima con i taccuini o con la controsoffittatura isolante del solaio? Dicembre si avvicina....

la febbre dei libri

Sto leggendo da qualche giorno "vita da lettore" di Nick Hornby, uno scrittore che mi sta simpatico nonostante non sia un creatore di capolavori, anzi mi sta molto simpatico anche perchè non è un mostro sacro della letteratura contemporanea. Poi aggiungo che scrive delle cose parecchio argute assieme al fatto di rimanere umilmente nel mondo dei "normali" e non in quello degli intellettuali. Insomma è un gran tifoso dell'Arsenal e non fa mistero della sua passione per una serie di facezie tipo musica dei Clash, programmi tv, etc. etc.
Vita da lettore mi ricorda come anch'io abbia tenuto per anni una sorta di registro delle letture, su cui fantasticavo possibili letture secondo percorsi letterari, di genere, di epoca, di ambiti geografici, tutte cose che poi immancabilmente disattendevo. Secondo questo elenco delle letture creavo una statistica per mese e per anno con annessi commenti sul perchè avessi letto di più o di meno del periodo precedente. Disegnavo perfino dei grafici alla fine e mettevo le stellette come voto di apprezzamento.
Sono considerazioni che (in parte) Hornby fa nella sua raccolta di recensioni da lettore.

Perchè confesso al mondo intero queste vaccate personali? Non lo so, il mio rapporto con il blog è sempre ambivalente, combattuto tra lo scrivere un diario intimo e pubblicare dei manifesti pubblici tipo cinema. Arrivo al punto: con questa mania della rete e dei suoi "applicativi sociali" (o come cavolo chiamare aNobii, facebook et similia) ho smesso di aggiornare il mio tabellino delle letture e adesso mi trovo a litigare con le pagine personali di aNobii per recuperare quanto letto negli ultimi mesi! Mi manca il quadro generale, aldilà del numero delle pagine totali lette (una mostruosità di aNobii); d'altro canto ho tutte le copertine dei libri in formato icona e quelle sì, che mi piaciono. Ah, le iconcine.

iconcina


Capite il dramma? E' la solita battaglia tra moderno e antico? Tra musicassette e CD? tra colla vinavil e control+C e control+V?

Comunque so cosa devo fare. Dovrei stampar le icone delle copertine di aNobii a colori, ritagliarle e appiccicarle con la coccoina su un quadernetto dove tornare a segnare le letture. Poi a penna e matita segnare le critiche. Quindi scansionare il tutto e riversare in rete, chennesò magari sul blog. Un cerchio perfetto.
come la frittata panata fritta*.




*Amlo source - 1998

diario grafico


torno ad altri soggetti... l'ovale liscio del mio crapone iniziava ad annoiarmi e poi.. sono stato tacciato di vanità per essermi così tanto disegnato in questi giorni. Alle bestie allora!

giovedì, ottobre 16, 2008

diario grafico - appunti


sono sempre alla ricerca della giusta penna o pennarello per inchiostrare sulla carta sottile di questo taccuino: oggi pare dominare il pennarello OH PEN della stabilo, quello per scrivere sui CD per intenderci.

diario grafico

oggi pranzo di lavoro con il Bona. Racconti di vita e progetti in puro stile Bona.

diario grafico


Passo all'Auchan per comperare una chiavetta USB ma il settore dei vini mi cattura. decido di studiare qualche etichetta e di comperare 6 bottiglie di vino e due calici per degustare rossi importanti. Lo shopping compulsivo mi ha preso anche oggi!

auguri dekus

oggi è il suo compleanno.
vabbè sale di livello come dice lui. Io tanto gli sto dietro, basta non perdere il ritmo.
auguri insomma

lunedì, ottobre 13, 2008

diario grafico

rientro in ufficio

diario grafico

Domenica: io e la mia bimba siamo ancora in giro! La mia povera moglie lavora tutto il giorno per una consegna importante e allora noialtri ci prendiamo una giornata in libera uscita.
Fa caldo, molto caldo per essere a metà ottobre. Saliamo in Città Alta a vedere mostre, mangiare panini caldi e comperare riviste. vita mondana unita ad attività fisica (salite per i colli). Insomma domenica mattina.

diario grafico

sabato mattina significa da un pò di tempo a questa parte padri e figlie al parco giochi. tempo sereno, poca gente in giro, evitiamo l'auto per tutto il giorno.


ps: Elisabetta è l'orgoglio di suo papà. Tiene in mano la matita e disegna sui suoi fogli e anche sui miei. Le piace molto!


diario grafico

Venerdì sono passato per il centro commerciale. Ho visto cose e comperato libri. godimento come non ne provavo da tempo. buone vibrazioni...



martedì, ottobre 07, 2008

L'italiano lo so - 2008 contest

L.G.B. (SCOnf) balza al primo posto con questa ultima missiva:

non ho + avuto aggiornamenti in merito alla mia mail sotto riporatata.
Inolter agguingo comunicazione eprvenutaci da **** in merito all'insegna..
Grazie per un urgnete feed-back.


C'è un chiaro psicosisma dopo la parola sotto che induce gli psicoterapeuti che hanno in cura LGB a pensare a qualche dramma infantile avvenuto sotto la tavola e/o in presenza di gonne lunghe.
Si legge poi lo sforzo di recuperare la normalità, raggiunta solamente all'ultima parola, ricorrendo ad un altro idioma, siccome l'italiano ormai l'ha abbandonato.

Zeno TV: i quiz del dottor Spocchia

progetto 3:

studio arancione e blu con finiture in alluminio, quattro ballerine e un presentatore.
collegamento telefonico da casa.
il gioco. indovinare-
chi è la persona che sta chiamando?
- sono il dottor Spocchia
Stocchia? No Spocchia come il difetto.
[risate]
ah, bene un nome quantomai adatto per questo gioco.
-conosce già le regole dottor Spocchia?
- no ma non ha importanza, devo dare la risposta, giusto?
- ma la domanda...
- Lei non si preoccupi, faccia la sua parte che io faccio la mia
[zoomate sulle ballerine]
[musica]
- allora, signor Spocchia per 24000 euro deve darmi la parola che
- (Spocchia risponde)
[applausi]
- fantastico! Dottor Spocchia la risposta è

sbagliata
[applausi]
alla prossima puntata...
[Spocchia da casa ringrazia]

lunedì, ottobre 06, 2008

Raggi cosmici a Bonate Sotto

Dopo le scie chimiche anche i misteriosi globi di luce a Bonate Sotto.
Io li ho visti e anche il Dekus può testimoniare.

Noi c'eravamo!


sia la luce allora!!!!

Paranoie collettive - le scie chimiche


Ci sono quelli delle teorie del complotto (e/o del mistero).

Non so come nascono, saranno quelli che liberano i nanetti, gente strana.

Ci sono poi le trasmissioni come voyager su RAI2 con quella specie di venditore di divani che gira con il giubbotto in pelle e viene colpito da flash in continuazione che parla di queste teorie.

I fanatici guardano la trasmissione e ci credono.
La trasmissione riceve i feedback dai fanatici e si rincuora su quello che ha trasmesso.
nasce la scienza.

le scie chimiche!!!! ma come si fa?

Insomma, ci sarebbereo gli aerei tutti che cospirano per non far piovere qui o lì, o per far piovere, o per mettere sottopressione i terricoli abitanti del mondo. Si mettono a disegnare X per terrorizzare... ovunque nel mondo ...senza che noi si possa far nulla.

Un potere immenso sopra le nostre teste!!!! Noi poveri terrestri ridotti come Asterix a temere che ci crolli il cielo in testa. Contiamo i giorni di siccità, leggiamo blog, incrociamo i dati e i flussi ben sapendo che questo è male.

La rabbia che mi prende è per l'assoluta impotenza di chi vuole minimamente mettere in dubbio queste teorie: se osi contestare un teorico del complotto o complottista della teoria non fai altro che sottolineare il suo delirio, aggiungendo un rimando in rete a questo argomento, aumentando il numero di persone che ne parla, etc etc

Lo so, anch'io ora, con questo post,

in questo momento sto lavorando a favore delle scie chimiche e dei suoi "studiosi". è il paradosso a cui si va incontro.

Anch'io mi sono piegato allora.

ho fotografato il cielo

miodio.

Verona agosto 2008
Bonate Sotto settembre 2008
sono attorno a noi.


e non solo...
mi ricordo

delle vespa 50 che lasciavano nuvole azzurrognole per la via.
la Piaggio in mano agli americani.

cosa succederà domani?
PS "come l'aereo lascia la scia
io ti lascio la firma mia." Franca
alle elementari era molto più semplice