mercoledì, marzo 11, 2009

una storia di chiodi, mensole e pannelli isolanti

lunedì ho montato con agilità una nuova mensola, finitura ciliegio, di mediocre fattura ma di discreto apparire in camera da letto. Sull'onda di questo piccolo successo familiare ho ripreso in considerazione di portare a termine il lavoro di isolamento in solaio (vedi > 2008) con una nuova idea pellegrina: utilizzare oltre a spatolate di colla bostik anche 4 bei chiodi per fissare al soffitto ognuno di quei disgraziati pannelli isolanti! disastro....
Prima di tutto il tipo di chiodo che ho comperato è di poco più lungo dello spessore del pannello per cui non penetra abbastanza nell'intonaco. Poi l'intonaco del solaio è pessimo, praticamente sabbia unita a sputo e vernice bianca. Sono indeciso se passare a delle viti molto lunghe o a dei chiodi ancora più lunghi che però sarebbero anche molto spessi. Rischio di aprire dei crateri e finire per stuccare tutto il soffitto. Inoltre il pannello tende a scivolare e sfilarsi dal chiodo data la sua natura liscia. La forza di gravità mi vince continuamente e non nascondo di nutrire sentimenti disfattisti su quest'opera.
Ma ormai è una questione di orgoglio e prima dell'estate dovrò finirla!

PS Dekus non ridere.

1 commento:

Dekus ha detto...

rolf! non rido...promehehehehtto dihihi non rihihihidehehehehereheheh...rotolo...