lunedì, agosto 10, 2009

...come un improbabile geco diurno mi schiaccio sulla settimana, cerco di apparire immoto, controllo perlopiù a vista i problemi da risolvere e intanto medito di ombre e fumi (o fumetti?).

Agosto permette di vivere il deserto mistico dei tartari urbani.

Eccomi al terminal partenze dell'aeroporto

1 commento:

Dekus ha detto...

Vuoto? vuotooo? mmm certo ma a pranzo sembra che ci sia una sola pozza dive si abbeverano le mandrie...