giovedì, luglio 06, 2006

un'altro giorno nemesi

Bisogna avere una gioia sfacciata come la mia per irridere alle giornate nemesi:
stamattina, lanciato sull'ultimo rettilineo prima della stazione, la bicicletta appena ritirata dal ciclista per il precedente danno alla ruota posteriore viene presa da un demone e piega a destra il manubrio mentre la ruota anteriore rimane diritta e bloccata! sono attimi di velocità e di sforzo sulle manopole dei freni. il cordolo di granito del marciapiedi mi si avvicina come un molo su cui saltare: cerco il momento giusto e poi via, abbandonare la nave! ferro ferro pietra rumore. in un amen sono con la mano per terra ma conservo lo stile, non abbasso il ginocchio e salvo il pantalone. Evito anche nell'ordine: un palo, un'insegna pubblicitaria e un platano di svariati decimetri di diametro. Un signore si informa della mia salute ma io rido forte, lo ringrazio e lo rincuoro e ritorno al mio perfido mezzo. Il demone se ne è andato ma il manubrio è lì piegato a 90 gradi a destra. Lo rigiro e tutto torna normale. Solo il demonietto ride nel fanalino posteriore.

grande il potere delle giornate nemesi!

3 commenti:

Dekus ha detto...

Ricordati che il giorno Nemesi puo arrivare e colpirti in qualunque momento, mentre stai lavorando, mentre stai andando in bici...mentre stai scrivendo un messaggio la mattina...e...track il giorno nemesi gioca con la tua rubrica......

Zeno plasmatico ha detto...

attenzione, mai irridere alla potenza del giorno nemesi. Può capitare a tutti...

bdfytoday ha detto...

Great site lots of usefull infomation here.
»